Ho conseguito il diploma di laurea in psicologia clinica – Relazione e Cura con 110/110 e lode presso l‘Università degli Studi di Palermo. Dal 2019 sono specialista in Psicoterapia Psicoanalitica individuale e di gruppo conseguita con la votazione di 50/50 presso la C.O.I.R.A.G. di Palermo. Regolarmente iscritta all’Albo degli Psicologi Regione Sicilia (n.7707) e autorizzata all’esercizio della professione psicoterapeutica.

Ulteriori percorsi formativi hanno arricchito la mia crescita professionale: nel 2014 ho conseguito il master Dalla Psicodiagnosi alla Relazione che Cura e in seguito, presso il CENAF Di Palermo ho svolto il Master in Perizia Psicologica – Tecniche e Strumenti per la consulenza in ambito Civile e Penale.

Mossa da una grande passione per l’Umano e per la cura di Me e dell’Altro, nel 2016 mi sono specializzata in Psico-Oncologia con il Master di II livello presso l’Università degli Studi di Palermo, il cui tirocinio, è stato svolto presso l’UOC di Oncologia medica con Hospice nell’azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico G. Martino di Messina. Nel 2018 sono stata membro del progetto INFORMACANCRO SUD presso l’azienda Ospedaliera Papardo di Messina. In ulteriori esperienze professionalizzanti ho collaborato con il Consultorio Familiare U.C.I.P.E.M. e il Dipartimento di Salute Mentale dell’Asp di Messina. Tra il 2016 e 2019 ho lavorato presso la Comunità per minori Madre Maria Teresa di Cortimiglia (Me) e come assistenza specialistica in favore di alunni con disabilità presso l’Istituto C. Rita Levi Montalcini di Palermo.

Nel percorso di crescita personale e professionale ho fermamente creduto che la passione e la formazione non possano mai concludersi, motivo per il quale continuo a collaborare con colleghi sul territorio regionale e nazionale. La fondazione di nuovi progetti unita alla comprensione su come intervenire efficacemente al diffondersi delle nuove psicopatologie caratterizzano il fulcro del nostro lavoro. Sulla base di tali principi ho intrapreso un percorso d’analisi personale, prima individuale e poi gruppale, poiché è oramai unanimemente acquisito che ogni psicoterapeuta debba elaborare le proprie problematiche personali e sviluppare in prima persona una consapevolezza vissuta del processo analitico; ma ancor di più credo che, non si possa svolgere questo lavoro su una poltrona senza essere stato, e a lungo, anche sull’altra.

Mi occupo principalmente di disturbi psicologici in adulti e adolescenti, quali: disturbi d’ansia (ansia generalizzata, attacchi di panico, fobie, ipocondria, ossessioni), disturbi dell’umore, disturbi dell’alimentazione, disturbi da uso di sostanze, disturbi psicosomatici, disagi relazionali, elaborazione esperienze traumatiche (separazioni, malattie, lutti) e percorsi di crescita personale.



COME LAVORO/OFFERTA PROFESSIONALE

A scopo orientativo, sono qui illustrate le fasi tipiche del lavoro di uno psicologo e psicoterapeuta.

  • Primo contatto
  • Il primo contatto telefonico è l’occasione per un primo essenziale scambio di informazioni, al seguito del quale si potrà fissare un appuntamento se necessario o essere indirizzati verso altri percorsi più opportuni.

  • Prima fase
  • I primi uno-tre colloqui psicologici sono preliminari e hanno il fine di conoscere la Persona e comprendere il problema/malessere e la sua natura affinché si possano individuare le soluzioni terapeutiche più opportune. E’ la fase del comprendere le diverse sfaccettature del malessere ma nello stesso tempo si stabilisce una prima reciproca conoscenza: elementi della storia personale di chi richiede l’intervento e stile personale, relazionale e operativo del professionista. A conclusione della prima fase valutativa il professionista formula il primo parere con preliminari indicazioni diagnostiche, prognostiche ed eventualmente terapeutiche.

  • Seconda fase
  • E’ possibile che il lavoro psicologico si orienti verso:

    – Supporto psicologico rispetto ad un problema circoscritto e che potrebbe richiedere un breve periodo di lavoro di alcune sedute per migliorare la capacità della Persona di comprendere se stessa e gli altri e comportarsi in maniera consapevole e adeguata ai propri bisogni.

    – Una psicoterapia attraverso la quale, in maniera più “strutturale”, occuparsi dei vissuti di sofferenza, di difficoltà, di insoddisfazione, di malessere e/o degli eventuali sintomi ad essi correlati che interferiscono in maniera più pervasiva con la progettualità e il benessere della persona. Il principale riferimento teorico e metodologico è la Gruppoanalisi; si tratta di un approccio psicodinamico che principalmente mediante comunicazione verbale lavora sul malessere presentato esplorando le relazioni con il “qui ed ora” (vita personale, sociale, familiare, lavorativa, progettuale) , sia con il “lì e allora” (la storia di sviluppo, la cultura familiare e transgenerazionale, le matrici socio-culturali), muovendosi tra il reale (sintomi, comportamenti, reazioni emotive e cognitive, modalità relazionali) e l’immaginario (sogni, fantasie, credenze).
    L’approccio gruppoanalitico risulta particolarmente adatto quando la problematica presentata attinge più o meno significativamente all’organizzazione di personalità, cioè quando sono presenti modalità abituali di esperienza poco flessibili e ricorrenti in una pluralità di situazioni esistenziali e quando il problema risulta significativamente connesso alla sfera relazionale. La psicoterapia può essere effettuata in setting individuale, di gruppo, di coppia/familiare o in una loro combinazione, sulla base della valutazione del professionista ma tenendo anche conto dell’orientamento e della disponibilità di chi ne fa richiesta.

  • Fase conclusiva
  • Con la psicoterapia la risoluzione del problema (guarigione) poggia su una solida consapevolezza soggettiva e si accompagna allo sviluppo di risorse personali (cognitive, emotive, stile di vita) in grado di veicolare le energie all’autorealizzazione, nonché di fronteggiare efficacemente futuri stress e rischi di ricadute.



Il programma terapeutico può prevedere l’integrazione con una terapia farmacologica che può essere svolta coinvolgendo professionisti competenti in materia.

I costi della psicoterapia individuale, di coppia e di gruppo sono regolati dal “Testo unico della tariffa professionale degli psicologi” consultabile online (https://www.psy.it/nomenclatore). Lo psicologo psicoterapeuta determina la propria parcella autonomamente, all’interno del range stabilito dall’ordine. E’ nella mia disponibilità fare il possibile per andare incontro a particolari esigenze del paziente trovando un piano di pagamento il più adeguato possibile alle sue esigenze.




PUBBLICAZIONI




Gullì D., Psicoterapia e Medicina, in Narrare i Gruppi, 12, n.1 - 2017, pp. 103 – 105

website: www.narrareigruppi.it




Gullì D., La dignità tradita, in International Journal of Psychoanalysis and Education, 9, n. 1 –2017, pp. 63

website: www.psychoedu.org




Venturella N., Giordano C., Gullì D., Calabrese L., Lo Verso G., (2016), “Would you offer me a coffee?”: A qualitative research on ‘street collusion’ in Palermo, in Rivista di Psicologia clinica, n° 1 – 2016, pp. 188-200

websiste: www.rivistadipsicologiaclinica.it